DIA: disponibile la modulistica unificata della Regione Lombardia

Con DGR n. 4601 del 17 dicembre 2015 la Giunta della Regione Lombardia ha rilasciato la modulistica unificata e standardizzata per la presentazione della denuncia di inizio attività alternativa al permesso di costruire (DIA).

Art. 30 c.p.a.: sollevato il sospetto di incostituzionalità

Dispone l'art. 30 del Codice del processo amministrativo che "la domanda di risarcimento per lesione di interessi legittimi è proposta entro il termine di decadenza di centoventi giorni decorrente dal giorno in cui il fatto si è verificato ovvero dalla conoscenza del provvedimento se il danno deriva direttamente da questo" (c. 3).

Perchè le ricorrenze servono. Auguri per un 2016 ricco di soddisfazioni

Perché le ricorrenze servono: a commemorare oppure a rinnovare. Occasioni di memoria e di speranza, per tornare indietro con gli occhi e la mente. Oppure, al contrario, per proiettarci in avanti.

Ilvo Diamanti



Auguri di Buone Feste


Chiusura festività natalizie

Nell'augurare a tutta la Clientela un sereno Natale e nuovo anno ricco di soddisfazioni, comunichiamo le aperture/chiusure dello Studio nel periodo natalizio:

  • 24 dicembre: studio chiuso
  • 28, 29 e 30 dicembre: studio aperto;
  • dal 31 dicembre al 6 gennaio: studio chiuso.

L.R. 31/2014: integrazione del PTR



Avv. Lorenzo Spallino
Relazione tenuta a “LA REVISIONE DEL PTR IN ATTUAZIONE DELLA L.R. 31/2014 E LO STATO DI AVANZAMENTO IN MATERIA DI CONSUMO DI SUOLO, RIGENERAZIONE URBANA E RICADUTE SUI PGT COMUNALI”
Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Como, 
Como, 11 dicembre 2015

Distanze: le porte finestre non sono vedute e solo il proprietario frontista può contestare la violazione

Il Consiglio di Stato conferma che la regola del rispetto della distanza dei dieci metri, di cui all'art. 9 del D.M. n. 1444/1968, deve intendersi riferita unicamente a pareti frontistanti munite di finestre qualificabili come vedute e non a quelle in cui sono collocate aperture che a norma dell'art. 901 ss. c.c. danno passaggio alla luce e all'aria, ma non permettono di affacciarsi sul fondo del vicino (cd. finestre lucifere).

Interesse ad agire: per l'operatore commerciale la vicinitas si concretizza nella sovrapposizione del bacino d'utenza

Nell'impugnativa di titoli edilizi il presupposto della vicinitas, nel tempo via via affinata nella sua declinazione concreta, è giunta oggi sino a riconoscere la posizione degli operatori economici che intendano contrastare un titolo edilizio a cui si accompagni una contestuale autorizzazione di natura commerciale.

PTR: seminario sullo stato di revisione in attuazione della L.R. n. 31/2014

In data 11 dicembre 2015 si terrà un nuovo evento formativo organizzato dall'Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Como in collaborazione con la Camera Amministrativa dell’Insubria.

L’incontro si svolgerà dalle ore 9.30 alle ore 13.00 ed avrà come titolo: “La revisione del PTR in attuazione della l.r. 31/2014 e lo stato di avanzamento in materia di consumo di suolo, rigenerazione urbana e ricadute sui PGT comunali”.

Telefonia: il divieto di installazione esteso a generici "seminativi di pianura" è eccessivamente ampio e indeterminato

Con sentenza n. 1468 del 10 novembre 2015 il TAR Lombardia, Brescia, ha affermato che il divieto di installazione, contenuto nei regolamenti locali in materia di telefonia, esteso a generici "seminativi di pianura" è eccessivamente ampio e generico e quindi illegittimo nella misura in cui preclude il corretto svolgimento del servizio pubblico di telefonia.

Regione Lombardia: legge di semplificazione 2015

E' stata pubblicata sul BURL n. 46, supplemento del 12 novembre 2015, la legge regionale n. 38 del 10 novembre 2015, “Legge di semplificazione 2015 – Ambiti economico, sociale e territoriale”. 

La legge consiste in una serie di modifiche alla normativa regionale vigente accomunate da un'ottica di semplificazione.

Autorizzazione paesaggistica: è perentorio il termine di 45 giorni per il parere della Soprintendenza

Richiamando quanto già affermato nelle sentenze n. 1561 del 15/03/2013 e n. 2136 del 27/04/2015, i giudici della sesta sezione di Palazzo Spada, con sentenza n. 4927/2015, depositata lo scorso 28 ottobre, hanno confermato che è perentorio il termine di 45 giorni, di cui al comma 5 dell’art. 146 del decreto legislativo n. 42/2004, per l'adozione del parere da parte della Soprintendenza. 

Area nomadi: la permanenza stabile è elemento necessario per contestare l'abuso edilizio

Con sentenza 27 ottobre 2015, n. 1398, il T.A.R. Lombardia Brescia Sez. I, interviene su ordinanza di rimessione in pristino di aree di rilevante interesse paesistico su cui si è insediato un campo nomadi.

Telefonia cellulare: no a ordinanze a tutela della salute prive di accertamento di pericolo effettivo

E’ illegittima l'ordinanza contingibile ed urgente adottata da un Sindaco ai sensi dagli artt. 50 comma 3, e 54 comma 4, d.lgs. 18 agosto2000 n. 267 (T.U. Enti locali) nei confronti di una società di telecomunicazioni con la quale, per esigenze di tutela della salute pubblica, sia stata ordinata l'immediata sospensione, su tutto il territorio comunale, di ogni attività volta all'installazione di infrastrutture e (o) di antenne di telefonia mobile, in assenza del preventivo accertamento di una situazione di pericolo effettivo, eccezionale ed imprevedibile.

SCIA e DIA: la revisione sollecitata dal terzo non sconta i limiti ante riforma dell'art. 19, commi 3/4, l. 241/1990

Con sentenza n. 1038 del 12 ottobre 2015, il TAR Veneto, Sezione II, sottolinea la differenza di contenuti tra i poteri di annullamento di SCIA e DIA che l'art. 19 legge n. 241/1990 attribuisce all'A.C., e la revisione nell'ipotesi in cui sia un soggetto terzo a sollecitare l'azione dell'amministrazione.

Turismo e attrattività del territorio lombardo: pubblicata la L.R. 27/2015

E' stata pubblicata sul BURL n. 40 supplemento 2 ottobre 2015 la legge regionale 1 ottobre 2015 - n. 27 ^Politiche regionali in materia di turismo e attrattività del territorio lombardo^ approvata con deliberazione del Consiglio regionale n. X/827 del 16 settembre 2015.

La legge entrerà in vigore il prossimo il 17 ottobre 2015, a decorrenza del quale risulterà abrogata la legge regionale 16 luglio 2007 n. 15 ^Testo unico delle leggi regionali in materia di turismo^ (art. 86 - Abrogazioni).

Piano di zonizzazione acustica: va sottoposto a VAS

Con pronuncia non recentissima ma di sicuro interesse, il Consiglio di Stato, sezione IV, conferma - in assenza di precedenti - che il piano di zonizzazione acustica è provvedimento rientrante fra quelli che, ai sensi dell'art. 5, D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, sono assoggettati a valutazione ambientale strategica (Vas) ove abbiano potenziali effetti significativi sull'ambiente (Cons. Stato, sez. IV, 12 marzo 2015, n. 1278).

Silenzio assenso: non vale per le occupazioni di suolo pubblico in centro storico

L'istituto del silenzio assenso messo a regime dall'art. 20 della legge 241/1990 non può trovare applicazione qualora siano coinvolti atti e procedimenti riguardanti il patrimonio culturale e paesaggistico, come nel caso di occupazione di suolo pubblico all'interno del centro storico.

Appalti pubblici e potere di non aggiudicazione

Con sentenza n. 1802 del 23 luglio 2015, il TAR Lombardia, sezione I, puntualizza che il potere di non procedere all'aggiudicazione della gara d'appalto ai sensi dell'art. 81, comma 3, resta immutato anche laddove non siano stati espressamente previsti nella lex specialis di gara criteri specifici di valutazione della convenienza o idoneità dell'offerta.

Distanze: non si calcola con riferimento a manufatti abusivi

Con sentenza n. 3968 del 21 agosto 2015, la sezione IV del Consiglio di Stato, ritorna sul punto della rilevanza, o meno, dell'abusività di un manufatto ai fini delle distanze, rafforzando l'indirizzo secondo cui la presenza di un manufatto abusivo a distanza dall'erigendo fabbricato sul fondo del confinante non può assumere a elemento impeditivo al rilascio del titolo.

Dopo Expo: politiche urbanistiche e gestione dei grandi eventi

Se l'obbiettivo del processo di gestione dei grandi eventi non è l'evento in sé quanto il prodotto della trasformazione territoriale, un modello fondato sulla deroga alla pianificazione urbanistica è un modello obsoleto, oltre che inefficace.

E' disponibile la versione breve dell'intervento al convegno "EXPO 2015 tra regole e deroghe. La gestione amministrativa di un grande evento", tenutosi il 22 giugno 2015 presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore ed organizzato da SOLOM (Società Lombarda degli Avvocati Amministrativisti).

Il testo completo è in corso di pubblicazione con gli atti del convegno.

L'intervento "Dopo Expo: politiche urbanistiche e gestione dei grandi eventi" è disponibile all'indirizzo http://www.studiospallino.it/interventi/dopo_expo.htm.

Riforma Madia: le nuove regole del silenzio assenso tra pubbliche amministrazioni

Il 28 agosto 2015 entra in vigore la legge 7 agosto 2015, n. 124 Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche. (15G00138) (GU n.187 del 13-8-2015).

L'articolo 3 modifica la legge n. 241/1990 introducendo l’art. 17 bis, intitolato ^Silenzio assenso tra amministrazioni pubbliche e tra amministrazioni pubbliche e gestori di beni o servizi pubblici^, il quale dispone:

Grandi opere: i Comuni non possono modificare unilateralmente le destinazioni urbanistiche del progetto approvato

Con sentenza n. 1770 del 22 luglio 2015 il TAR Milano, sezione III, chiarisce i limiti dei poteri di pianificazione territoriale delle amministrazioni comunali interessate dalla realizzazione di "Grandi Opere",  affermando che l’ente locale non ha il potere di modificare unilateralmente lo strumento urbanistico relativamente alle aree su cui incide il progetto e che eventuali provvedimenti comportanti modifiche unilaterali successivamente intervenuti debbono quindi essere considerati nulli per difetto di un elemento essenziale dell’atto. 

Condono edilizio 2003: conformità urbanistica e sopravvenuta acquisizione della qualifica di imprenditore agricolo

Con sentenza n. 1041 del 27 aprile 2015 il TAR Lombarda, Milano, sez. II, ribadisce l'interpretazione secondo cui il condono edilizio del 2003 (L. n. 326/2003) consente l'accoglimento delle istanze relative a manufatti posti su aree vincolate unicamente in presenza del requisito della conformità urbanistica. La sopravvenuta acquisizione della qualifica di imprenditore agricolo non vale a ottenere la conformità urbanistica dell'intervento abusivo.

S.C.I.A.: la conformità edilizia è presupposto di efficacia

Con sentenza n. 446 depositata il 18 giugno 2015, il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Sicilia interviene in materia di segnalazione certificata di inizio attività, sottolineando che la conformità edilizia è il presupposto perché la S.C.I.A. esplichi i suoi effetti.

Abuso edilizio: il rilascio del n.o. paesaggistico postumo non vale a sanare l'intervento

Con sentenza breve n. 1405, depositata il 17 giugno 2015, il T.A.R. Milano, seconda sezione, interviene nel rapporto tra titolo edilizio e autorizzazione paesaggistica, per affermare che l'emanazione della seconda non vale a legittimare l'abuso edilizio.

Minori distanze per risparmio energetico: non esiste un "diritto" alla deroga

Con sentenza n. 206 del 14 maggio 2015 il TAR Abruzzo, Pescara, interviene in materia di deroga alla normativa sulle distanze tra costruzioni affermando che l'applicazione della normativa speciale in materia di risparmio energetico non è ^automatica^ e che invece spetta al Comune valutare se esista la possibilità di ottenere i medesimi risultati energetici senza gravare sulle posizioni giuridiche di chi subisce la maggiore altezza e/o i minori distacchi.

Riforma della L.R. 12/2005 Regione Lombardia: novità per le residenze in zona agricola

La Direzione Generale Territorio della Regione Lombardia ha rilasciato la bozza delle modifiche alla legge regionale n. 12 del 2005.

Il corpo proposto interviene per la gran parte sulle disposizioni di carattere edilizio della norma, in un'ottica di semplificazione e allineamento delle disposizioni lombarde rispetto agli arresti giurisprudenziali e alle novità nazionali.

Tra le modifiche proposte vi è quella di duplice modifica dell'articolo 60 del titolo III della parte II, Norme in materia di edificazione nelle aree destinate all’agricoltura (artt. 59/62 bis).

Regione Lombardia: recenti deliberazioni in tema di pianificazione urbanistica

Nella seduta del 14 maggio 2015 la Giunta della Regione Lombardia ha approvato:

  • l'accordo di collaborazione tra Regione Lombardia e Fondazione Lombardia per l'ambiente per il supporto tecnico-scientifico e la predisposizione degli elaborati per la revisione generale del piano territoriale regionale (PTR) comprensiva della integrazione specifica del PTR prevista dalla l.r. 31/2014 (DELIBERAZIONE N° X / 3579 Seduta del 14/05/2015);
  • la definizione dei criteri e delle modalità per l’erogazione del contributo regionale finalizzato al completamento della pianificazione territoriale e urbanistica locale (PGT) per i comuni commissariati con dgr x/3195 del 26 febbraio 2015 (DELIBERAZIONE N° X / 3580 Seduta del 14/05/2015);
  • la proroga dei termini assegnati con d.g.r. 26 febbraio 2015 n. x/3195, in ordine alla nomina commissari ad acta per il completamento della procedura di approvazione dei pgt di cui all’art. 25 bis, comma 3, della l.r. 11 marzo 2005, n. 12 (DELIBERAZIONE N° X / 3582 Seduta del 14/05/2015).

Privacy: aggiornata la dichiarazione in ordine ai cookies

Abbiamo aggiornato la pagina http://www.studiospallino.it/privacy.htm dedicata alla Privacy in ottemperanza al Provvedimento del Garante Privacy 8 maggio 2014 in tema di cookies.

Il sito internet www.studiospallino.it utilizza solo cookies tecnici (di navigazione), che possono essere utilizzati senza chiedere il consenso dell’utente. Essi sono adoperati dal gestore del sito per raccogliere dati, in forma aggregata (senza cioè raccogliere gli indirizzi IP), sul numero di utenti e su come questi visitano il sito.

Sindaco: l'avocazione non opera per rimediare ad atti illegittimi

E' illegittima la decisione del Sindaco di avocare a sé un singolo procedimento ed affidarlo ad un dirigente di altro settore con il compito di dargli corso sul presupposto che le valutazioni operate dal dirigente competente “si pongono in aperto contrasto con le conclusioni dell’Ufficio legislativo e legale” del Comune stesso.

CIL e CILA: approvata la modulistica unificata della Regione Lombardia

Con deliberazione n. X/3543 assunta nella seduta dell'8 maggio 2015, la Giunta della Regione Lombardia ha approvato la modulistica unificata e standardizzata per la presentazione della comunicazione di inizio lavori (CIL) e della comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA) per gli interventi di edilizia libera.

La modulistica costituisce attuazione dell’Accordo tra Governo, Regioni ed Enti Locali, sottoscritto in data 18 dicembre 2014 in sede di Conferenza Unificata (link).

La delibera GRL 8.5.2015 n. X/3543 è disponibile a questo indirizzo.

Gioco d'azzardo: le modifiche alla L.R. n.12/2005 Regione Lombardia

E' stata pubblicata sul BURL n. 19 supplemento 8 maggio 2015 la legge regionale 6 maggio 2015, n. 11, portante modifiche:
  • alla legge regionale 21 ottobre 2013, n. 8 (Norme per la prevenzione e il  trattamento del gioco d'azzardo patologico),
  • alla legge regionale 11 marzo 2005, n. 12  (Legge per il governo del territorio),
  • alla legge regionale 2 febbraio 2010, n. 6 (Testo unico  delle leggi regionali in materia di commercio e fiere).

Condividere l'arte: la nuova pagina per gli eventi culturali


Abbiamo aggiunto al menu a piè di pagina il link alla nuova pagina dedicata agli eventi culturali.

Formati come giuristi nella e dalla cultura classica, siamo infatti convinti che contribuire alla diffusione dell'arte possa essere un segno tangibile per rendere evidente il debito di umanità che nei suoi confronti tutti abbiamo.

Il link alla pagina è http://www.studiospallino.it/eventi.htm

PGT: l'inosservanza dei termini per l'approvazione non determina l'inefficacia dell'intero procedimento

Con sentenza 24 aprile 2015 n. 1032, il TAR Lombardia, Milano, sez. II, conferma l'orientamento secondo cui l'inosservanza dei termini per l'approvazione del Piano di Governo del Territorio non può determinare l'inefficacia dell'intero procedimento. 

Valutazione Impatto Ambientale: i nuovi criteri per la verifica di assoggettabilità dei progetti regionali

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.  84 dell'11 aprile 2015 il decreto 30 marzo 2015 del Ministero dell'Ambiente contenente le "Linee guida per la verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale dei progetti di competenza delle Regioni e delle Province Autonome".

Ristrutturazione edilizia: il TAR Lombardia conferma che è tale anche quando c'è aumento di volumetria

Con sentenza n. 246 del 21 gennaio 2015 il T.A.R. Lombardia, Milano, interviene sul dibattito relativo alla portata della tipologia della ristrutturazione edilizia come definite dall'articolo 3, comma 1, lettera d), del D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380, realizzate in assenza o in difformità dal titolo abilitativo edilizio.

Ristrutturazione edilizia: i confini dell'istituto secondo il Consiglio di Stato

La demolizione di un manufatto ad uso residenziale di quattro piani e di due comodi rurali e la sua ricostruzione mediante edificazione di dieci unità immobiliari, disposte a schiera su tre livelli sfalsati, usufruendo di un premio volumetrico del 35%, non può considerarsi ristrutturazione.

Sponsorizzazione eventi: modello di contratto

Nella speranza che altri liberi professionisti utilizzino lo strumento della sponsorizzazione come forma di aiuto alle arti, pubblichiamo il modello di contratto di sponsorizzazione dello spettacolo 1914 - La Tregua tenuto il 19 dicembre 2014 a cura della compagnia teatrale Anfiteatro presso la sala Musa dell’Associazione Carducci in Como.

Le spese per le sponsorizzazioni sono integralmente deducibili come quelle di pubblicità, dato che si tratta di contratti a prestazioni corrispettive. Qualora non sussista un nesso tra l'attività svolta dalla società e quella sponsorizzata, le spese non possono essere considerate di pubblicità, ma di rappresentanza.

È questa la conclusione a cui sono arrivati Assonime, nell'approfondimento 6 del 2013, e il ministero per i Beni culturali, nel decreto del 19 dicembre 2012 (link Il Sole 24 Ore).

Ricordiamo che il nuovo Codice Deontologico Forense, ispirato al criterio della tipizzazione degli eventi illeciti, non prevede alcun divieto a riguardo.

E' opportuno richiedere un assenso preventivo al proprio Ordine ai sensi dell'art. 17 del Codice, al cui vaglio saranno rimessi luogo e contenuto dello spettacolo, nonché eventuali altri sponsor.

Il modello del contratto di sponsorizzazione è disponibile a questo indirizzo.

Eventi di formazione: la legge Regione Lombardia n. 31/2014

Data: 26 maggio 2015
Orario: ore 15,00 / 17,00
Luogo: Studio legale Spallino, via Volta 66, Como [map]

I posti disponibili sono esauriti

Lo studio organizza un incontro dedicato alla Legge Regionale 28 novembre 2014, n. 31 Disposizioni per la riduzione del consumo di suolo e la riqualificazione del suolo degradato (B.U.R.L. n. 49 dell'1 dicembre 2014).

L'incontro si terrà martedì 26 maggio 2015 presso lo studio legale Spallino (Como, via Volta 66). I posti disponibili sono limitati. Per i soggetti non clienti dello studio, verrà utilizzato un criterio di preferenza cronologica. La preferenza all'iscrizione verrà data ai clienti dello studio. Lo studio si riserva di spostare la sede dell'incontro in ragione delle richieste.

La partecipazione all'incontro è gratuita. È necessario iscriversi scrivendo alla casella di posta elettronica studiospallino @ studiospallino.it [gli spazi vuoti prima e dopo @ vanno eliminati], specificando:

- nominativo;
- indirizzo;
- ente di appartenenza o studio professionale.

Corte costituzionale: sono illegittimi gli oneri richiesti agli Operatori per le attività tecniche ed amministrative

Con sentenza n. 47/2015 la Corte costituzionale ha ribadito  il proprio orientamento in tema di illegittimità costituzionale degli oneri richiesti agli Operatori.

La Corte costituzionale, con sentenza n.47 del 2015, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 14 della L.R. Piemonte n.19/2004 (“Nuova disciplina regionale sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici”), nella parte in cui prevede che, per gli impianti fissi per telecomunicazioni e radiodiffusione, i gestori o i proprietari degli impianti provvedono agli oneri derivanti dal compimento delle attività tecniche ed amministrative concernenti le istruttorie e i sopralluoghi necessari al rilascio delle autorizzazioni.

L. R. Lombardia n. 31/2014: gli indirizzi interpretativi della D. G. Territorio

La Direzione Generale Territorio della Regione Lombardia ha rilasciato il 24 marzo 2015 gli "Indirizzi applicativi della L.R. 28 novembre 2014, n.  31 'Disposizioni per la riduzione del consumo di suolo e per la riqualificazione del suolo degradato'".

Il documento, che pur apprezzabile non risponde a tutte le criticità emerse successivamente alla emanazione della legge regionale (v. documento INU), è disponibile a questo indirizzo.

D.lgs. 42/2004: nozione di volume rilevante ai fini dell'autorizzazione paesaggistica

Confermando una linea interpretativa inaugurata con la circolare n. 33 del 26 giugno 2009 (link), il T.A.R Lombardia, sezione di Brescia, ribadisce che la nozione di ^volume^ può essere diversa nelle valutazioni urbanistiche e in quelle paesistiche. 

Decreto del Fare: il Giudice Ordinario conferma che la proroga dei termini delle convenzioni si applica solo a quelle formalmente stipulate

Con ordinanza cautelare n. 1417 del 24 ottobre 2014 il T.A.R. Lombardia, Milano, intervenendo in tema di interpretazione e applicazione dell'art. 30, comma 3bis, D.L. n. 69/2013, aveva affermato che la proroga triennale dei termini di validità nonché di inizio e fine lavori nell'ambito delle convenzioni di lottizzazione si applichi unicamente agli atti formalmente stipulati.

Occupazione acquisitiva: il privato ha diritto alla restituzione del bene anche quando c'è stata trasformazione

Con sentenza n. 735 del 19 gennaio 2015 le Sezioni Unite della Corte di Cassazione intervengono in materia di occupazione acquisitiva, stabilendone la natura di illecito permanente che non determina il trasferimento della proprietà del bene all'Amministrazione.

Ristrutturazione edilizia: se non si demolisce e ricostruisce l'aumento di volume è consentito.

Il T.A.R. Lombardia interviene sulla nozione di ristrutturazione edilizia alla luce delle innovazioni al disposto del T.U. dell'Edilizia, rilevando che non essendo l'aumento di cubatura escluso dall'istituto, la trasformazione di un locale interrato da deposito a locale con permanenza di persone non esorbita dai suoi confini.

L.R. Lombardia n. 31/2014: le disposizioni transitorie per i piani attuativi


La l.r. n. 31/2014, Disposizioni per la riduzione del consumo di suolo e per la riqualificazione del suolo degradato contiene, tra le norme transitorie, disposizioni specifiche per i piani attuativi previsti dalla normativa urbanistica locale ma non ancora attuati (art. 5, commi 6/9).

Il lavoro "L.R. Lombardia n. 31/2014: le disposizioni transitorie per i piani attuativi" tende a metterne in luce meccanismi e criticità, con particolare riferimento al principio di leale collaborazione tra enti locali.

Autore: Lorenzo Spallino
Data: 23.01.2015
Link permanente: http://www.studiospallino.it/interventi/lr_31_14_piani_attuativi.htm

^Sblocca Italia^: rinviato a data da destinarsi l'incontro del 5 febbraio 2015

A causa di sopraggiunti impegni istituzionali dell'avv. Lorenzo Spallino l'incontro in programma il 5 febbraio 2015 sul Decreto ^Sblocca Italia^ è rinviato a data da destinarsi [link].

Purtroppo non riusciamo a indicare una data a breve, anche perché abbiamo in preparazione a seguire un incontro sulla legge regionale della Lombardia n. 31 del 2014 sul consumo di suolo, che si dovrebbe tenere a marzo.

Ci scusiamo dell'inconveniente.

Cercheremo di ricalendarizzare appena possibile l'incontro.

Legge 241/1990: preavviso di diniego e provvedimento finale

Con sentenza n. 3037 del 15 dicembre 2014, la sezione III del TAR Lombardia, Milano, si pronuncia sul rapporto tra la comunicazione portante preavviso di diniego e il provvedimento definitivo, specificando che tra i due non deve sussistere un rapporto di identità.

L.R. Lombardia n. 31/2014: nozione di consumo di suolo e linee di indirizzo della pianificazione comunale

Avv. Lorenzo Spallino
Il 2 dicembre 2014 è entrata in vigore la l.r. n. 31/2014, Disposizioni per la riduzione del consumo di suolo e per la riqualificazione del suolo degradato. Sul sito dello studio è disponibile l'intervento "Nozione di consumo di suolo e linee di indirizzo della pianificazione comunale nella l.r. lombardia n. 31/2014", finalizzato a individuare l'ambito spaziale di applicazione della legge regionale, ossia quali porzioni di territorio debbano essere trasformate per avere consumo di suolo a norma di legge, nonché le linee di indirizzo della pianificazione comunale secondo il sistema disegnato dalla novella regionale.

Il lavoro è disponibile all'indirizzo http://www.studiospallino.it/interventi/consumo_suolo_l.r._31_14.htm.

L.R. Lombardia n. 31/2014: tabella cronologica degli adempimenti

Il 2 dicembre 2014 è entrata in vigore la l.r. n. 31/2014, finalizzata a concretizzare sul territorio della Lombardia il traguardo previsto dalla Commissione europea di giungere entro il 2050 a una occupazione netta di suolo pari a zero (art. 1, c. 3).

Il traguardo del consumo zero nel 2050 è raggiunto, nelle intenzioni del legislatore, attraverso strumenti tra loro coordinati.

All'indirizzo http://www.studiospallino.it/materiali/tabella_consumo_suolo.htm è disponibile la tabella cronologica degli adempimenti disposti dal legislatore regionale (art. 2, comma 4
art. 5, comma 1, art. 5, comma 2, art. 5, comma 3, art. 5, comma 6).
Copyright © www.studiospallino.it